Myjudoagenda™

32,00

Disponibilità: 1 disponibili

Ecco quello che trovi nell’agenda :

  • ​LA LEGENDA DI COME UTILIZZARLA
  • I METODI DI RISCALDAMENTO
  • UKEMI WAZA
  • KATA
  • WAZA
  • RANDORI
  • GLI ESEMPI SU COME COSTRUIRE LE TUE LEZIONI
  • GLI ESERCIZI SUGLI OBIETTIVI INIZIALI
  • GLI ESERCIZI SUGLI OBIETTIVI INTERMEDI
  • L’ANALISI E LA SINTESI FINALE
  • L’ANAGRAFICA DEGLI ALLIEVI
  • IL CALENDARIO DELLE LEZIONI
  • LE TUE LEZIONI DA COMPORRE E RIEMPIRE
Categoria

E’ da un po’ di tempo che sto lavorando ad un prodotto pratico per preparare al meglio le tue lezioni di judo.

Ma prima lascia che ti racconti una breve storia: io e mio fratello Beppe cominciammo ad insegnare molto presto, avevamo circa 22 e 23 anni, a causa della squalifica federale che ci piombò addosso il mondo agonistico ufficiale in Italia se ne era andato e con esso un bel po’ di sogni.

Devi sapere che a causa della nostra squalifica il nostro Maestro, Cesare Barioli, venne squalificato pure lui, perciò non avendo più vincoli con la Federazione ci mise sotto ad insegnare. Eravamo molto giovani ma non a digiuno di didattica perché il nostro Maestro ci faceva spesso insegnare anche quando pensavamo solo alle gare, ci guardava e poi ci correggeva negli errori didattici o per la voglia di voler spiegare troppo cose in una sola lezione.

Ma torniamo all’agenda che è il vero motivo per cui ti voglio raccontare queste cose, e al perché mi è venuto il desiderio di condividere un supporto pratico che mi ha aiutato molto nella mia avventura d’insegnante.

Rapidamente mi trovai ad insegnare tutti i giorni dalle 15,00 alle 20,00 dai bambini agli adulti all’Ambrosiana in via Frua e al Bu-sen. Quando insegnavo in via Frua finivo alle 20,00 non mi cambiavo neppure e correvo al Bu-sen che era in via Arese, dall’altra parte di Milano per l’ultimo turno. Finalmente dopo aver insegnato potevo studiare ed allenarmi fino alle 22,30.

Ma come ti ho detto prima, la mia agenda di allora dove mi annotavo tutto, mi aiutò moltissimo per gestire le mie lezioni, e tutto quello che spiegavo, il programma tecnico che volevo sviluppare nell’anno, la progressione delle tecniche dei Kata o gli hairi kata che spiegavo nei vari turni.

In effetti se ci pensi l’agenda è uno strumento che oltre alla gestione del tempo, ti serve anche per tenere traccia di ciò che insegni, o per pianificare e programmare meglio ciò che desideri insegnare. La mia agenda di allora però non era come quella che ho ideato ora, dopo 50 anni di insegnamento, perché allora non avevo un piano didattico da cui attingere e da distribuire parametrato in ogni lezione.

In quella che ho ideato per te, ho suddiviso la lezione in cinque momenti, riscaldamento, ukemi no renshu, kata no renshu, waza no renshu, randori no renshu, e in ogni parte ho inserito gli argomenti da spiegare o fare praticare lasciandoti la possibilità di scegliere che esercizio fare eseguire e quanto tempo utilizzare.

Ho chiamato questa agenda myjudoagenda™ ed è utilizzabile per tutte le fasce d’età esclusa quella dei bambini di 4/5 anni.

Nella contro copertina troverai una legenda con la descrizione del lavoro da svolgere per insegnare un Judo completo e nel primo giorno di lavoro troverai una
pagina pre compilata con esercizi che ho inserito da esempio.

Se sei un insegnante esperto, ti potrà sembrare banale l’utilizzo dell’agenda, ma te la suggerisco per diventare eccellente, utilizzandola come tuo patrimonio di
informazioni, per migliorare la tua capacità di analisi prima e sintesi poi delle lezioni tenute.

Se sei un insegnante giovane (non esperto) potrà solo aiutarti ad acquisire maggiore sicurezza nei tuoi mezzi, e ti servirà come strumento di confronto con il tuo
insegnante e con me, evitando così di pretendere da te stesso di ricordarti tutto, ed evitando di improvvisare volta per volta.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Myjudoagenda™”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.